Detraibilità fiscale – prestazioni psicologiche

Detraibilità fiscale – prestazioni psicologiche

Non tutti i clienti e i pazienti  sanno che le spese sostenute per diverse tipologie di prestazione psicologica sono detraibili ai fini IRPEF come tutte le altre spese sanitarie. Le prestazioni erogate dallo Psicologo possono essere suddivise in due gruppi:

– prestazioni psicologiche sanitarie, esenti IVA e volte al ripristino/mantenimento del benessere psicologico dell’individuo, detraibili ai fini IRPEF

– prestazioni psicologiche non sanitarie, soggette ad IVA, che possono per es. rientrare nell’ambito del potenziamento delle prestazioni, della consulenza aziendale o della formazione e non sono detraibili ai fini IRPEF.

La detraibilità delle spese psicologiche dipende dunque dallo scopo della prestazione, che determina la sua natura sanitaria o non sanitaria benché in entrambi i casi lo Psicologo utilizzi competenze tecniche specifiche acquisite nel corso della sua formazione universitaria e post-universitaria.

Le prestazioni erogate presso le strutture pubbliche e presso gli studi privati rientrano generalmente nell’ambito sanitario, essendo solitamente volte a preservare, mantenere o ripristinare il benessere psicologico dell’utente. L’Agenzia delle Entrate ha chiarito nella circolare n.20/e del 2011 che:

Il Ministero della Salute ritiene equiparabili le prestazioni professionali dello psicologo e dello psicoterapeuta alle prestazioni sanitarie rese da un medico, potendo i cittadini avvalersi di tali prestazioni anche senza prescrizione medica. È pertanto possibile ammettere alla detrazione di cui all’art. 15, comma ,1 lett. c), del TUIR le prestazioni sanitarie rese da psicologi e psicoterapeuti per finalità terapeutiche senza prescrizione medica.

Di conseguenza le fatture relative alle prestazioni psicologiche esenti IVA sono fatture sanitarie a tutti gli effetti, e come tali sono detraibili al momento della dichiarazione dei redditi esattamente come le spese mediche ed odontoiatriche.

Come si calcola l’importo della detrazione?

Per le spese sanitarie la detrazione del 19% spetta solo sulla parte che supera €129,11 (per esempio, se la spesa ammonta ad €413,17, l’importo su cui spetta la detrazione è di €284,06).

Se l’importo di tutte le spese sanitarie sostenute nell’anno è superiore ad €15.493,71 il contribuente può optare per la rateazione della parte eccedente in un massimo di quattro rate annuali da detrarre negli anni successivi

E’ bene ricordare che su ogni fattura esente IVA che supera l’importo di €77,47 ricevuta dallo psicologo è necessario verificare che sia apposta una marca da bollo da €1,81.

 

Quali prestazioni detrarre?

Le prestazioni psicologiche detraibili che possono riguardare l’attività svolta in studio con clienti e pazienti fanno parte di queste categorie:

Consulenza e sostegno psicologico

Diagnosi psicologica

Abilitazione e riabilitazione psicologica

Fonti:

La legge di Bilancio 2020 ha introdotto una importante variazione sulla detraibilità delle spese sanitarie: lo saranno, infatti, solo quelle pagate con sistemi tracciabili
Presso il mio studio la consulenza psicologica rientra tra le spese sanitarie, e pertanto sono detraibili per il 19% in dichiarazione dei redditi come spiegato sopra.

Nel 2016 c’è stata la prima importante novità: l‘obbligo da parte di noi professionisti sanitari di trasmettere i pagamenti effettuati da* nostr* pazient* al Sistema Tessera Sanitaria (a meno che il/la paziente non si opponesse), in modo che la spesa sostenuta con noi fosse già presente, come dato agglomerato, nel 730 precompilato. Questa trasmissione è ancora in essere e continuerà nello stesso modo.

La grossa novità riguarda il fatto che, per tutte le spese sanitarie sostenute presso uno studio privato non convenzionato come il mio, a partire dall’1 Gennaio 2020, al fine di poterle detrarre in dichiarazione dei redditi, il/la cittadino/a dovrà pagare non più in contanti, ma solo con i sistemi cosiddetti tracciabili (bancomat, carta di credito, bonifico, assegno, moneta elettronica).

Presso il mio studio è possibile effettuare pagamenti sia attraverso bancomat, carta di credito, bonifico, assegno che in contanti per chi non intende detrarre.
Per maggiori informazioni chiedere in seduta.
Grazie!

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Apri Chat
Scrivimi subito
Buongiorno. Come posso aiutarti?